~Quid est veritas?~

QUOTIDIANO INDIPENDENTE FONDATO E DIRETTO DA MAURIZIO BELPIETRO

Ecco il quotidiano indipendente che in Italia mancava

Maurizio Belpietro

Testata

La Verità è un quotidiano indipendente, a diffusione nazionale, fondato e diretto da Maurizio Belpietro, già direttore responsabile del Giornale, di Panorama, di Libero e del Tempo.
Condirettore è Massimo de’ Manzoni, già vicedirettore vicario di Libero.
Direttore editoriale è Stefano Lorenzetto, già vicedirettore vicario del Giornale.

Data di uscita

In edicola dal 20 settembre 2016.

Periodicità

La Verità esce tutti i giorni, escluso il lunedì.

Foliazione, colore, prezzo

La Verità ha una foliazione media di 24 pagine, interamente a colori, e un prezzo competitivo: è l’unico fra i quotidiani italiani in edicola a 1 euro.

Formato

La Verità adotta il berlinese (o berliner), formato intermedio tra il tabloid e il broadsheet (lenzuolo).
Il formato carta è di 310 x 440 millimetri. Il formato della gabbia di pagina è di 276 x 414,9 millimetri.
La gabbia è formata da 6 colonne.

Linea editoriale

La linea editoriale è quella indipendente e moderata garantita per lunghi anni dal direttore responsabile Maurizio Belpietro nelle varie testate che ha guidato e in trasmissioni televisive come La telefonata su Canale 5 e Dalla vostra parte, il talk show che in questo periodo conduce ogni giorno in prima serata su Rete 4.
Viene dato ampio spazio a inchieste esclusive, editoriali, interviste, servizi e dibattiti su temi politici, economici, sociali, culturali, etici, con possibilità di mettere a confronto le idee, grazie alla presenza di opinionisti di diverso orientamento. Una particolare attenzione è rivolta a personaggi, movimenti e categorie, sempre di area moderata, spesso oscurati, se non addirittura ostracizzati, dai mass media in base al dilagante conformismo del «politicamente corretto».
Questa testata aspira al ruolo di cane da guardia del potere (watch dog), caro al giornalismo anglosassone: difende le posizioni serie e ragionevoli anche a costo dell’impopolarità, morde alle calcagna i nemici della verità e dell’onestà.

Perché intitolare un giornale “La Verità”

All’apparenza potrebbe sembrare una scelta pretenziosa. In realtà è un modo limpido per rinnovare ogni mattina il contratto ideale con il lettore che si reca all’edicola, dichiarando il nostro onesto tentativo quotidiano di raccontare proprio questo, la verità.
Nella testata figura un cartiglio ornamentale con il motto «Quid est veritas?». È la frase latina che, nel Vangelo secondo Giovanni (18, 38), viene pronunciata dal governatore Ponzio Pilato durante il suo interrogatorio a Gesù: «Che cos’è la verità?».

Firme

La Verità può contare sulle firme di illustri giornalisti e opinionisti, fra cui Giampaolo Pansa, Roger Scruton, Andrea Vitali, Mario Giordano, Luca Telese, Giancarlo Perna, Cesare Lanza, Giorgio Gandola, Francesco Bonazzi, Aldo Forbice, Paolo Nori, Riccardo Ruggeri, Carlo Pelanda, Alessandra Necci, Costanza Miriano, Marcello Mancini, Richard Millet, Massimo Gandolfini, Umberto Tirelli, Ettore Gotti Tedeschi, Laris Gaiser, Robert Spencer, Renaud Camus, Giacomo Amadori, Francesco Borgonovo, Claudio Antonelli, Maurizio Caverzan, Edoardo Cavadini, Sarina Biraghi, Mario Celi, Francesco Agnoli, Gemma Gaetani, Adriano Scianca e molti altri.

Contenuti

La Verità è il primo quotidiano italiano che prescinde dalla rigida suddivisione delle pagine per settori e per redazioni (primo piano, politica, interni, esteri, economia, cronache, cultura, spettacoli, sport eccetera).
Ogni pagina segnala subito al lettore, con il proprio stesso contenuto, qual è la logica giornalistica che ha presieduto alla sua ideazione. Quindi è un giornale ordinato per argomenti e per aree tematiche, variabili ogni giorno a seconda dei fatti accaduti e delle inchieste sviluppate dalla redazione.
In pratica La Verità adotta come suo unico principio ispiratore il motto che da 115 anni occupa la manchette di sinistra nella testata del New York Times: «All the news that’s fit to print», cioè «Tutte le notizie che vale la pena stampare».

The New York Times

Rubriche

Una serie di rubriche innovative, dai contenuti accattivanti e di facile lettura, caratterizza l’intero giornale, alleggerendolo e fornendo occasioni intriganti di lettura a chi va di fretta e cerca un’informazione rapida ed essenziale.

Progetto grafico

La grafica è chiara, pulita, originale rispetto agli altri quotidiani italiani attualmente sul mercato, ispirata alla sobrietà e al rigore tipici delle migliori testate europee. Essa permette uno sfoglio agevole e facilita la lettura grazie all’accurata scelta dei caratteri.
Il progetto grafico è stato realizzato dallo studio di design editoriale Alberto Valeri.
I titoli sono nel font Tablet Gothic Condensed Heavy, mai adottato prima in Italia, disegnato dalla grafica Veronika Burian di Praga.

Editore

La Verità è edita da La Verità srl, costituita, oltre che da giornalisti, anche da imprenditori e professionisti che hanno aderito al progetto per motivi ideali, firmando all’atto d’ingresso un patto di non ingerenza nella linea politico-editoriale.

Che giornale è

CHE GIORNALE È

Edicole

EDICOLE

Pubblicità sul giornale la verità

PUBBLICITÀ

Scrivici

SCRIVICI

Contatti con il giornale la verità

CONTATTI

Sottoscrivi abbonamento

SOTTOSCRIVI
ABBONAMENTO

Sfoglia edizione digitale

SFOGLIA EDIZIONE DIGITALE